Lo Chef Simone Cavalagli

Diplomato nel 1997 presso la scuola di cucina "A tavola con lo Chef". Collabora fin da subito col suo maestro e mentore, lo chef Antonio Sciullo (2 stelle Michelin), per un nuovo approccio alla cucina in storiche strutture, già tappe emblematiche della dolce vita romana: Asador cafè Veneto, Cafè de Paris, George's. Nel 2000 prende le redini della cucina presso il ristorante il Glicine e la margherita dove rimarrà fino al 2004. E' proprio in questo anno che viene coinvolto sempre dal maestro Sciullo, questa volta insieme l'execitive Chef Massimo D'innocenzo, in un importante progetto la riapertura della Casina Valadier. Qui vi rimane fino al 2008. Nel 2009 per un anno diventa Executive chef del gruppo White House supervisionando le cucine di quattro locali: Country Club Portorotondo, Joia, Sofia, Jet Set. Nell 2010 decide di aprire il proprio locale, l'Hosteria del Mare, dove tutt'ora indossa il cappello da chef.

Nel corso della carriera ha sperimentato divesi approcci alla preparazione dei cibi: dalla nouvelle cousine alla cucina destrutturata, passando per la cucina molecolare fino ad arrivare alla consapevolezza che alla base della preparazione di un buon piatto ci deve essere il rispetto delle materie prime: gli ingredienti vanno ricercati nel territorio, prediligendo quelli a km 0, e devono essere di stagione.